Campagna ASAPS: bimbi in auto mai più da soli​

Ogni anno nel mondo muoiono centinaia di bambini a causa di colpi di calore a bordo di veicoli chiusi. All’interno di questi vengono dimenticati figli o nipoti oppure i bimbi stessi giocando inavvertitamente chiudono il mezzo, rimanendovi intrappolati.

ASAPS: “”Bimbi in auto: mai più da soli” – Campagna di sensibilizzazione
ASAPS (Associazione sostenitori Amici Polizia Stradale), all’inizio dell’estate 2018, ha avviato la campagna di sensibilizzazione e di educazione dell’opinione pubblica “Bimbi in auto: mai più da soli”, ricordando episodi drammatici già avvenuti. In particolare, l’associazione ha voluto evidenziare 10 consigli fondamentali per consentire ai genitori e ai parenti di evitare il cosiddetto “black-out mentale”. Quest’ultimo è un momento di amnesia dissociativa transitoria, sempre più presente in persone stressate dai ritmi casa-lavoro, i quali purtroppo inducono gli adulti a mettere al secondo posto il bambino in modo del tutto inconsapevole.

1) Chiama il 112
Se vedi un bambino solo in macchina e nessun adulto nei paraggi chiama immediatamente il 112 (numero unico europeo per le emergenze) o il 113.

2) Lascia i tuoi oggetti personali sul sedile posteriore
Se trasporti sul sedile posteriore della tua auto un bambino: lascia i tuoi oggetti personali (borsa, telefono, ecc.) sul sedile posteriore, vicino al piccolo. Per non dimenticare il piccolo appoggia gli oggetti personali del bambino (pannolini, borse e biberon) sul sedile anteriore, in modo che ti ricordino la presenza del bambino.

3) Metti un promemoria
Quando accompagni il bambino al nido o all’asilo aggiungi sul programma dell’agenda del tuo computer o del telefonino un “promemoria” (oppure scrivilo sulla tua agenda di carta), che può segnalarti se hai portato o meno il bambino a destinazione, come programmato.

4) Cambiamento di programma? Avvisa una persona di fiducia
Ogni volta che si verifica un cambiamento di programma nel riprendere o nell’accompagnare il bambino, comunicalo al partner o a una persona di fiducia.

5) Chiedi a chi tiene il bambini di avvisarti se non viene portato
Chiedi alla persona che si prende normalmente cura del bambino (ad esempio la responsabile dell’asilo o del nido o la babysitter) di avvertirti se il bambino non è stato accompagnato all’asilo o al nido, come di solito accade.

6) Usa un dispositivo che ti allerta
Installa un dispositivo di allerta, sonoro o luminoso, che si attiva quando spegni il motore e ti allontani senza prendere con te il piccolo.

7) Tieni le chiavi fuori dalla portata dei bimbi. E chiudi portiere e bagagliaio quando l’auto è vuota.
Quando in macchina non c’è nessuno, chiudi le portiere e il bagagliaio posteriore e tieni le chiavi lontano dalla portata dei bambini. Uno dei rischi è che i bambini entrino nel bagagliaio all’insaputa dei genitori per fare dei giochi o per semplice curiosità. Quando in una villetta o in un cortile di condominio non si riesce più a trovare un bambino, verifica immediatamente l’auto e il portabagagli.

8) Prima di chiudere l’auto, accertati che sia vuota
Prima di chiudere un veicolo, accertati che tutti i passeggeri siano scesi, in modo particolare i bambini che durante il viaggio possono essersi addormentati.

9) In auto NON ci si nasconde
Chiudi sempre l’auto a chiave e spiegare ai bambini che l’auto non è un luogo di gioco o per nascondersi.

10) Se c’è un bimbo in auto da diverso tempo, chiama il 118
Nel caso in cui ci si accerti della presenza di un bambino all’interno dell’auto da diverso tempo, chiama immediatamente il 118 che può fornire i primi consigli in attesa dell’arrivo del personale medico e sanitario.