La legge italiana sull’anti abbandono fa scuola in Israele

L’obbligo di dispositivi anti-abbandono per bambini in auto è oggigiorno una necessità sulla quale gli Stati si interrogano ancora troppo poco.

L’organizzazione Kids & Car, stima che dal 1998 ad oggi, solo negli Stati Uniti, oltre 900 bambini sono deceduti da colpo di calore dopo essere stati dimenticati all’interno dell’auto.

In realtà non si tratta di dimenticanza ma di vera e propria patologia nota come amnesia dissociativa, un vuoto di memoria che può abbracciare un arco temporale variabile, tipicamente causato da fatica, stress o distrazioni e che può afferire a chiunque, innescando automatismi pericolosi che possono portare fino a dimenticare il proprio figlio in auto.

Sull’esempio italiano, molti paesi stanno valutando l’applicazione di ogni possibile contromisura atta a contrastare le numerose tragedie che ogni anno si registrano nel mondo.

Tra questi paesi, Israele ha promulgato nel 2022 una legge che disciplina l’obbligo di dispositivi antiabbandono per la sicurezza dei bambini in auto.

La necessità di una legge anti-abbandono, non solo nei Paesi caldi

In ogni Paese caratterizzato da estati calde, un veicolo chiuso può diventare una trappola mortale per neonati e bambini piccoli.

Un auto parcheggiata al sole passa dai 35°C ai 45°C dopo 10 minuti, fino a superare i 54°C dopo 30 minuti (fonte: col Mario Giuliacci, metereologo e climatologo italiano). In queste condizioni l’ipertermia può manifestarsi molto più gravemente su neonati e bambini, infatti la loro temperatura corporea aumenta da 3 a 5 volte più rapidamente rispetto agli adulti.

Anche in giornate meno calde o, nei paesi meno soggetti al caldo torrido, con temperature di 22°C, in circa 60 minuti la temperatura all’interno del veicolo può aumentare fino a 47°C (fonte: Null et al) comportando situazioni analoghe di rischio.

Anche in Israele i casi registrati nell’ultimo decennio sono numerosi. L’organizzazione  Before Child Safety, stima quasi 700 casi di bambini dimenticati in auto solo in Israele, 30 dei quali si sono purtroppo conclusi tragicamente.

La nuova legge in Israele

Dopo mesi di discussione tra le autorità locali sulla necessità e sull’urgenza di arginare il fenomeno delle morti di bambini dimenticati in auto, Israele ha formulato una legge che impone l’installazione di un sistema per prevenire l’abbandono dei bambini in auto.

A partire da marzo 2022, infatti, anche in Israele è obbligatorio installare un sistema anti abbandono come Tippy Pad – Il sistema di sicurezza deve soddisfare i requisiti della norma italiana – nelle auto private che trasportano un bambino di età inferiore ai 4 anni.

I genitori israeliani riconosceranno che l’amnesia dissociativa rappresenta un possibile ostacolo alla sicurezza dei propri figli in auto? E gli opportuni controlli favoriranno l’osservazione della legge?

In Italia, l’ultimo tragico episodio che ha coinvolto un bimbo lasciato in auto si è registrato proprio a settembre 2019 e la legge che sancisce l’obbligo dei dispositivi anti abbandono è entrata in vigore dal 07 novembre 2019. A tal proposito Tippy sta raccogliendo alcuni dati sul campo, volti a dimostrare che questi sistemi di prevenzione ausiliari possono risultare efficaci nel contrasto di possibili fatalità.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

ULTIME NEWS