USA, L’ALLARME NON SI FERMA: UN ALTRO BAMBINO HA PERSO LA VITA IN LOUISIANA, DIMENTICATO IN AUTO.

Anche la Louisiana, nel sud degli Stati Uniti, si aggiunge al tristissimo elenco degli Stati americani che nel 2020 hanno avuto uno o più episodi di bambini deceduti perché dimenticati in auto sotto al sole.

 L’episodio è recentissimo, 27 settembre, e la narrazione ricalca la macabra sequenza che ormai, nostro malgrado, ci siamo abituati a conoscere. Un genitore o parente che trasporta in auto un bambino e – a causa di una vera e propria patologia detta amnesia dissociativa pensa di averlo regolarmente accompagnato all’asilo, a casa o in altro luogo sicuro, ma in realtà lo dimentica sull’auto parcheggiata al sole. Dove la temperatura interna sale a velocità vertiginosa, raggiungendo in breve i 50 gradi e oltre, riservando una fine atroce al povero bimbo.

Qui un video (in lingua inglese) che racconta l’episodio avvenuto a Lafayette Parish, evidenziando come questo bambino di 2 anni sia negli USA la 23ima vittima del 2020 di quella che gli americani chiamano Hot Car Death, letteralmente “la morte nell’auto surriscaldata”. Un numero spaventoso, ma per assurdo più basso della media degli scorsi anni negli Stati Uniti. Perché? Semplice: la pandemia ha ridotto drasticamente per mesi il numero di veicoli in circolazione e di conseguenza il rischio Hot Car Death.

Ciò non toglie che, come abbiamo già scritto, il graduale ritorno in strada delle auto stia portando ad una nuova impennata di tragici incidenti. L’unica speranza è che negli USA si rafforzi il dibattito sull’obbligatorietà di sistemi anti abbandono come Tippy Pad per chi trasporta bambini piccoli in auto. Basterebbe davvero poco per evitare che creature innocenti perdano la vita e intere famiglie siano devastate da questo lutto assurdo e senza ragione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

ULTIME NEWS